• Addio a Ennio Morricone, è morto il maestro delle colonne sonore

    La sua fama è esplosa grazie al sodalizio artistico con Sergio Leone, padre dei film Spaghetti Western

  • LP, concerto globale in live-stream il primo agosto

    Sarà trasmesso in diretta dagli studi The Beehive a Los Angeles il "2020 Virtual World Tour" dell'artista americana di origini italiane esplosa a livello internazionale con "Lost On You" nel 2016

  • Coronavirus si vede sulla pelle. Ecco i segnali per individuarlo

    Il nuovo coronavirus, oltre ai polmoni attacca anche altre parti del nostro corpo, come occhi, cuore e fegato

  • Vicinanza e supporto al campione paralimpico che sta lottando per la vita dopo essere rimasto coinvolto in un terribile incidente

Furto di rame paralizza il traffico ferroviario di Roma

Lunedì, 19 Novembre 2012. Nelle categorie Cronaca, Primo Piano

Un importante furto di rame tra La stazione Ostiense e Ponte Galeria sta creando gravi problemi alla circolazione ferroviaria di Roma. Anche il treno che conduce all’aeroporto di Fiumicino è stato sospeso. Al momento a sostituirlo ci sono delle navette. I tecnici stanno lavorando su tutta la tratta per cercare di ripristinare la normale circolazione dei treni. Le linee interessate dallo stop sono il Leonardo Express e la linea FR1 per l'aeroporto di Fiumicino e la linea FR5 Civitavecchia-Roma nel tratto Maccarese-Roma.

21 milioni di dollari per il diamante Arciduca Giuseppe

Domenica, 18 Novembre 2012. Nelle categorie Moda, Primo Piano

Asta da record per Christie per il diamante Arciduca Giuseppe. Il nome gli è stato dato in onore dell'arciduca d'Austria Giuseppe Augusto d'Asburgo che in passato ne è stato il proprietario. La pietra preziosa da 76,02 carati è stata battuta per 21.474.525 milioni di dollari. Due decenni fa, fu acquistato da una gioielleria in Arizona che lo pagò 6 milioni di dollari, un terzo del valore attuale. L'acquirente ha espresso il desiderio di rimanere anonimo e ha comunicato che esporrà la pietra preziosa in un museo.

Maxi sequestro di giocattoli Made in Cina

Domenica, 18 Novembre 2012. Nelle categorie Cronaca, Primo Piano

Più di circa 300 mila confezioni di giocattoli, sono stati sequestrati ieri dalla guardia di Finanza, in provincia di Macerata e nei negozi del marchigiano. Sono stati trovati giocattoli contenenti sostante tossiche, molto pericolose per la salute dei bambini ed in grado di portare malformazioni, ooltre ad avere numerose pecche che non consentirebbero il marchio CEE. L'importatore italiano è stato denunciato direttamente dalla sede di Taranto, luogo da cui proviene tutto l materiale sequestrato. Purtroppo non è il primo caso ed non sarà nemmeno l'ultimo ma ci auguriamo che gli intensi controlli della Guardia di Finanza, portuno ad altri grandi risultati come questo.