• Cristiano Ronaldo diventa CR700, rigore da record in Ucraina

    Il fuoriclasse portoghese realizza dagli undici metri la rete che aggiunge un ulteriore primato alla sua collezione

  • La Nazionale si veste di verde, è polemica: «Non si svende la storia»

    Puma, sponsor tecnico della nazionale, ha creato un kit verde che debutterà il 12 ottobre contro la Grecia

  • Campioni d'Italia! La Scuderia Baldini vince il Campionato Italiano GT Endurance

    Sul circuito del Mugello Stefano Gai ha portato a casa un sucesso senza eguali anche grazie al supporto del pilota della FDA Antonio Fuoco

  • Antonio Fuoco affianca Stefano Gai nella corsa al titolo GT3

    A causa dell'assenza di Giancarlo Fisichella e Jacques Villeneuve per concomitanti impegni all'estero, Il 23enne cercherà di dare una mano al pilota milanese che ha ancora qualche chanche di vittoria finale nella classe GT3 Endurance

Concerti, si cambia: entra in vigore il biglietto nominativo dall'1 luglio

Mercoledì, 26 Giugno 2019. Nelle categorie Primo Piano, Musica, Eventi, Notizie

Concerti, si cambia: entra in vigore il biglietto nominativo dall'1 luglio

Di recente il sistema è stato adottato per gli show di Phil Collins ed Ed Sheeran

Scatta dal primo luglio la rivoluzione per quanto riguarda la vendita dei biglietti per i concerti da 5mila spettatori in su. Entra infatti in vigore la legge che impone il biglietto nominativo, una misura presa per contrastare il fenomeno del bagarinaggio online, meglio noto come secondary ticketing. Ma più di un promoter protesta perché ritiene che il problema non si risolverà mentre saliranno i costi di produzione.
Dunque preparatevi ad andare ai concerti con il biglietto con sopra scritto il vostro nome e un documento per provare la vostra identità. Non è che siano mancate prove generali in passato. Anche di recente il sistema è stato adottato per gli show di Phil Collins ed Ed Sheeran. Ma adesso questa diventerà la regola. Il provvedimento dell'Agenzia delle entrate, che recepisce una norma approvata nell'ultima legge di Bilancio, prevede che fino all'inizio del concerto si possa effettuare il cambio del nome per cedere il biglietto ad altri. Unico paletto è che l'operazione può essere eseguita solo da chi ha acquistato il tagliando.
Un sistema che secondo Assomusica non farà altro che aumentare i problemi, senza risolvere quelli vecchi. "Siamo contrari a ogni forma di bagarinaggio ma i consumatori devono sapere che con l'introduzione del biglietto nominativo i costi dei ticket aumenteranno - spiega il presidente Vincenzo Spera -, cambiare il nome non sarà una procedura veloce e si creeranno code agli ingressi per i controlli".