• Italia batte la Francia a colpi di brindisi, i vini nostrani trionfano nel mondo

    Con 71 medaglie d'oro e 92 d'argento, l'Italia sorpassa la Francia nella più importante graduatoria mondiale di vini spumanti

  • A Misano weekend strepitoso con il Blancpain GT World Challenge Europe

    Al Marco Simoncelli di Misano Adriatico il secondo appuntamento della “Blancpain GT World Challenge Europe”

  • Concerti, si cambia: entra in vigore il biglietto nominativo dall'1 luglio

    Scatta dal primo luglio la rivoluzione per quanto riguarda la vendita dei biglietti per i concerti da 5mila spettatori in su

  • La Ferrari 250 GTO la prima auto considerata opera d'arte

    A decretare lo status della Rossa è Il Tribunale di Bologna, che applica la legge 633/1941 sul diritto d’autore

Concerti, si cambia: entra in vigore il biglietto nominativo dall'1 luglio

Mercoledì, 26 Giugno 2019. Nelle categorie Primo Piano, Musica, Eventi, Notizie

Concerti, si cambia: entra in vigore il biglietto nominativo dall'1 luglio

Di recente il sistema è stato adottato per gli show di Phil Collins ed Ed Sheeran

Scatta dal primo luglio la rivoluzione per quanto riguarda la vendita dei biglietti per i concerti da 5mila spettatori in su. Entra infatti in vigore la legge che impone il biglietto nominativo, una misura presa per contrastare il fenomeno del bagarinaggio online, meglio noto come secondary ticketing. Ma più di un promoter protesta perché ritiene che il problema non si risolverà mentre saliranno i costi di produzione.
Dunque preparatevi ad andare ai concerti con il biglietto con sopra scritto il vostro nome e un documento per provare la vostra identità. Non è che siano mancate prove generali in passato. Anche di recente il sistema è stato adottato per gli show di Phil Collins ed Ed Sheeran. Ma adesso questa diventerà la regola. Il provvedimento dell'Agenzia delle entrate, che recepisce una norma approvata nell'ultima legge di Bilancio, prevede che fino all'inizio del concerto si possa effettuare il cambio del nome per cedere il biglietto ad altri. Unico paletto è che l'operazione può essere eseguita solo da chi ha acquistato il tagliando.
Un sistema che secondo Assomusica non farà altro che aumentare i problemi, senza risolvere quelli vecchi. "Siamo contrari a ogni forma di bagarinaggio ma i consumatori devono sapere che con l'introduzione del biglietto nominativo i costi dei ticket aumenteranno - spiega il presidente Vincenzo Spera -, cambiare il nome non sarà una procedura veloce e si creeranno code agli ingressi per i controlli".