• Kobe Bryant, quel patto con la moglie: ''Mai insieme in elicottero

    Proseguono le indagini: il pilota stava salendo per evitare le nubi poco prima dello schianto

  • Coronavirus, il bilancio sale a 132 vittime

    Quasi a quota 6mila le persone infettate: più di quelle colpite dalla Sars nel 2002-2003, che in Cina furono 5.327

  • Lapo Elkann-Cristiano Ronaldo accordo globale per una nuova serie di occhiali

    La società creata dal rampollo della famiglia Agnelli, ha annunciato di avere firmato con il brand del fenomeno calcistico

  • Benigni premiato a Parigi:

    L'attore e regista italiano è stato ricompensato per la suo opera "intensa e poetica"

Elezioni Europee, vince la Lega, Pd supera M5s

Lunedì, 27 Maggio 2019. Nelle categorie Cronaca, Primo Piano, Notizie

Elezioni Europee, vince la Lega, Pd supera M5s

Matteo Salvini: "Ora si cambia passo"

La Lega sfonda il 34 per cento, il M5s crolla al 17,07 e viene sorpassato dal Partito democratico al 22%. Se in Europa c’è il boom dei sovranisti senza però che riescano ad ottenere la maggioranza, in Italia è il Carroccio di Matteo Salvini a dominare la scena delle Europee 2019: ha stravinto al Nord e al Centro; i grillini resistono al Sud e nelle Isole, anche se i leghisti registrano cifre senza precedenti anche sotto Roma. Il Pd vince nelle grandi città (Milano, Roma, Firenze, Genova, Bologna, Trento) e in Toscana. I democratici hanno perso invece l’Emilia-Romagna e il Lazio.
E’ un risultato che cambia gli equilibri del governo gialloverde e che apre nuovi scenari sul fronte dell’esecutivo già a partire da questa mattina.
"Chiedo un'accelerazione sul programma di governo. A livello nazionale non cambia nulla", ha detto il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini a Milano. "Siamo il primo partito in Italia, adesso si cambia in Europa", ha detto il leader della Lega. "Molto soddisfatti per l'esito elettorale, la scelta della lista unitaria è stata vincente. Il bipolarismo è tornato a essere centrato sulla presenza del Pd", ha detto il segretario Pd Nicola Zingaretti.
"Restiamo comunque ago della bilancia in questo governo. Da qui in avanti più attenzione ai territori", ha detto il vicepremier e leader M5S Luigi Di Maio. "Siamo stati penalizzati dall’astensione, soprattutto al Sud, ma ora testa bassa e lavorare".
Per quanto riguarda l'affluenza al voto non solo è stata la più alta negli ultimi venti anni, superiore al 50% nella media europea, ma segna anche un'inversione di tendenza rispetto al costante calo nella partecipazione che andava avanti dal 1979.