• Addio a Ennio Morricone, è morto il maestro delle colonne sonore

    La sua fama è esplosa grazie al sodalizio artistico con Sergio Leone, padre dei film Spaghetti Western

  • LP, concerto globale in live-stream il primo agosto

    Sarà trasmesso in diretta dagli studi The Beehive a Los Angeles il "2020 Virtual World Tour" dell'artista americana di origini italiane esplosa a livello internazionale con "Lost On You" nel 2016

  • Coronavirus si vede sulla pelle. Ecco i segnali per individuarlo

    Il nuovo coronavirus, oltre ai polmoni attacca anche altre parti del nostro corpo, come occhi, cuore e fegato

  • Vicinanza e supporto al campione paralimpico che sta lottando per la vita dopo essere rimasto coinvolto in un terribile incidente

La Nazionale si veste di verde, è polemica: «Non si svende la storia»

Martedì, 08 Ottobre 2019. Nelle categorie Primo Piano, Sport, Notizie

La Nazionale si veste di verde, è polemica: «Non si svende la storia»

L'Italia di calcio cambia pelle o meglio maglia!

Forza Azzurri! Ah, no. Forza Verdi! Un tifo confuso quello che aspetta i tifosi della Nazionale italiana impegnata nella qualificazioni agli Europei del 2020 contro la Grecia (sabato 12 ottobre a Roma). Nel primo allenamento della Nazionale, lunedì pomeriggio a Coverciano, i giocatori si sono presentati già vestiti di verde, ovvero il colore della terza maglia presentata dallo sponsor tecnico che sarà indossata per la prima e unica volta da Bonucci e compagni sabato all'Olimpico. Gli Azzurri non saranno più azzurri ma verdi. Una volta soltanto, certo, ma tanto basta a innescare la polemica sui social. Puma, sponsor tecnico della nazionale, ha creato un kit verde ed è stato scelto per diversi significati: si ispira al Rinascimento, celebra i nuovi talenti che il nostro calcio sta faccendo sbocciare, richiama il passato e la storia della squadra.