• Latin Grammy 2019, Rosalía e Alejandro Sanz i più premiarti

    La ventesima edizione dei Latin Grammy è andata in scena questa notte alla MGM Grand Garden Arena di Las Vegas

  • Amanda Knox e Lorena Bobbit:

    La 32enne di Seattle e la 49enne che nel 1993 tagliò il pene al marito sono tra le protagoniste del festival del crimine di Washington

  • Il reggiseno, 105 anni portati alla grande: i modelli più iconici

    Mary Phelps Jacobs brevettò a New York il primo ‘backless brassiere’ nel 1914

  • Ed Sheeran: è lui l'artista inglese under 30 più ricco

    Nel 2017, il suo patrimonio si aggirava intorno ai 109milioni di euro, mentre nel 2019 è arrivato a circa 196milioni

Le zanzare pungono chi possiede il sangue dolce?

Venerdì, 26 Luglio 2019. Nelle categorie Cronaca, Primo Piano, Notizie

Le zanzare pungono chi possiede il sangue dolce?

Diversi i fattori che influenzano la scelta della puntura

Un mito romantico che esiste da sempre è proprio quello di pensare che chi ha il sangue dolce attragga di più le zanzare. La verità è che le femmine di zanzara "cercano nel nostro sangue alcune proteine essenziali per la produzione di uova, ma per il resto si nutrono di nettare e altre sostanze zuccherine come fanno i maschi". Ma cosa attira davvero le zanzare? Un attrattore è l'acido lattico. Ma a fare la differenza è anche il gruppo sanguigno.
Uno studio ha mostrato che alcune specie di zanzara, come l’Anopheles gambiae (vettore della malaria) e l’Aedes albopictus (la zanzara tigre), a parità di altre condizioni, pungono le persone di gruppo sanguigno 0 il doppio delle volte rispetto a quanto pungano quelle di gruppo sanguigno A (l’83,3% delle volte rispetto al 46,5%). Il gruppo B, invece, si colloca più o meno a metà. E ancora: l’85% circa degli esseri umani produce una sostanza chimica che segnala, attraverso l’odore della pelle, a quale gruppo sanguigno appartiene. Le zanzare sembrano essere più attratte da questa categoria di persone rispetto a quanto lo siano da coloro che non segnalano il proprio gruppo sanguigno, indipendentemente dal gruppo sanguigno stesso.
Altri fattori che influenzano l'attacco delle zanzare sono la presenza di andride carbonica durante l'espirazione da esseri umani di solito i più corpulenti. I bambini, invece, che fanno respiri meno profondi, vengono punti in media meno degli adulti. Anche le donne in gravidanza attraggono le zanzare più delle altre perché emettono il 21% in più di anidride carbonica e la loro temperatura corporea è, in media, più alta di circa mezzo grado rispetto alle altre. Anche l’acido lattico attrae le zanzare quindi, dal momento che l’attività fisica aumenta la presenza di acido lattico nell’organismo, le persone fisicamente più attive tendono a essere punte più delle altre.
Anche l'alimentazione può influire. "Purtroppo basta una bottiglia di birra per essere tra i bersagli preferiti dalle zanzare". Lo ha svelato uno studio del 2002, anche se i ricercatori non sono riusciti a isolare la causa precisa del fenomeno. Potrebbe essere dovuto al fatto che l’assunzione di alcool porta a sudare di più, oppure al fatto che aumenta la temperatura corporea.