Rihanna fuma marijuana e sotto la coperta di Bob Marley e chi la critica riponde “Non me ne frega un ca**o”

Venerdì, 14 Giugno 2013. Nelle categorie Primo Piano, Musica

Rihanna fuma marijuana e sotto la coperta di Bob Marley e chi la critica riponde “Non me ne frega un ca**o”

Stavolta lo scatto compromettente che riguarda la cantante Rihanna è stato pubblicato su Instagram dalla sua cara amica Melissa Forse. Con una coperta di Bob Marley la celebre star è stata beccata a fumare marijuana contro ogni censura. Sarà forse la sua reazione dopo la fine della sua storia con Chris Brown?

Negli ultimi mesi l'abbiamo così vista sempre più disinibita ed è stata accusata di avere una cattiva influenza sui suoi fan e non e lei via Twitter ha risposto "Non me ne frega un ca**o"

In 40 mila a Torino per il ritorno del Kom: Giacca di pelle e occhiali oscuri per “Riportare un po’ di gioia”

Lunedì, 10 Giugno 2013. Nelle categorie Primo Piano, Musica

La pioggia non ferma il popolo di Vasco, sono oltre 40 mila persone, provenienti da tutta Italia e dall'estero, allo stadio di Torino.

Dopo due anni, è il primo di sette concerti, quattro a Torino e tre qui a Bologna, voluti dal Blasco "per riallacciare un discorso!" e "riportare un po' di gioia", come ha scritto su Facebook poco prima dell'esibizione. I fan, da giorni vivono in tenda, accampati attorno allo stadio: "Siamo vivi!", è l'overture del concerto.Come sempre, giubbotto di pelle, cappellino con la visiera e scarpe da ginnastica rosse.

Dopo due lunghissimi anni e il ritorno tra i suoi fan agitando le braccia come se volesse volare, si toglie i grandi occhiali da sole e il pubblico, che lo ha atteso a lungo sotto la pioggia, "tutto è bene quel che finisce bene", dice salutandoli. I movimenti del Blasco sul palco sembrano limitati rispetto al passato, ma la voce non è arrugginita e non tradisce le aspettative. (bolognatoday)

I 99 Posse aggrediti da un gruppo fascista: ferito il cantante

Venerdì, 07 Giugno 2013. Nelle categorie Primo Piano, Musica

Un'aggressione da parte di un gruppo fascista ai danni del cantante dei 99 Posse è avvenuta ieri sera a Velletri.Sono stati una ventina i fascisti, stando alla ricostruzione data dal gruppo, ad averli aggrediti. Il pronto intervento della sicurezza locale ha fatto sì che non ci fossero gravi conseguenze. Sul profilo Facebook del gruppo si legge:

" E' accaduto ieri sera a Velletri, in provincia di Roma, intorno alle ore 22.30. Quando subito dopo aver parcheggiato la macchina nella piazza antistante il pub "Passo carrabile", dove Zulù avrebbe dovuto esibirsi, il nostro cantante e uno dei fonici della band sono stati aggrediti con cinture e altri oggetti atti a offendere da un gruppo di una ventina di persone che esponevano simboli di estrema destra. La pronta reazione e l'intervento della sicurezza del locale hanno fatto sì che gli aggressori si dessero rapidamente alla fuga, impedendo che l'episodio avesse conseguenze più gravi delle contusioni, dei tagli e delle abrasioni superficiali riportate dai nostri compagni, che hanno rifiutato di essere trasportati in ospedale. Purtroppo la serata non ha potuto avere luogo e ci scusiamo con i presenti che erano venuti ad assistere allo spettacolo."