Roma travolta da un fiume di Harley-Davidson: anche il Papa subisce il fascino dei bikers

Lunedì, 17 Giugno 2013. Nelle categorie Primo Piano, Notizie

Roma travolta da un fiume di Harley-Davidson: anche il Papa subisce il fascino dei bikers

Per festeggiare 110 anni dalla nascita della casa motociclistica statunitense, durante lo scorso weekend si sono ritrovati a Roma 110 mila possessori di Harley-Davidson. Un fiume di moto ha letteralmente invaso la capitale; centauri di ogni età,uomini e donne hanno si creato dei disagi alla circolazione ed ai romani ma la sensazione di trovarsi in un film è stata pe molti un'esperienza irripetibile. Il loro punto d'incontro doveva essere il lungomare di Ostia ed il Foro Italico ma in ogni angolo, in ogni piccolo quartiere e sotto ogni finestra è stato "avvistato un Harleysta"! Con le loro giacche rigorosamente di pelle le loro moto a volte "perfettamente disordinate" e quei magnifici disegni aerografati sulle carene e soprattutto il rumore inconfondibile dei loro motori hanno acceso in molti il desiderio di libertà nascosto o la voglia di un po' d'America. Anche il Papa ha subìto il fascino dei bikers: durante il passaggio in piazza San Pietro infatti da dato loro la benedizione. Il Sacro ed il Profano in un momento indimenticabile.

Piombo e arsenico nei liquidi per e-cig

Venerdì, 14 Giugno 2013. Nelle categorie Moda, Primo Piano, Notizie

Piombo e arsenico nei liquidi per e-cig

Nuovo allarme sulle sigarette elettroniche: piombo, cadmio, cromo e arsenico sono alcuni dei metalli pesanti, tossici o peggio cancerogeni, presenti nei sei liquidi per e-cig che il settimanale "il Salvagente" ha fatto analizzare dal dipartimento di Farmacia dell'Universita' Federico II di Napoli e che denuncia in un ampio dossier sul settimanale da oggi in edicola."I valori sembrerebbero molto elevati, in special modo per il campione Louisville, nel quale la concentrazione di arsenico sarebbe piu' elevata di quella ammessa per l'acqua potabile. Valuteremo attentamente", spiega Raffaele Guariniello, il procuratore di Torino che da tempo indaga sulle sigarette elettroniche e sui relativi liquidi di ricarica e che, a seguito delle analisi, ha aperto un nuovo fascicolo di indagine.(AGI)

Come vivere senza spendere soldi

Martedì, 11 Giugno 2013. Nelle categorie Primo Piano, Notizie

  Come vivere senza spendere soldi

Vivere senza dover spendere un euro? Una necessità per molti, ma una famiglia tedesca ci sta provando, e soprattutto riuscendo.

Rafael Fellmer e la sua famiglia vivono una vita molto frugale, ma comunque dignitosa.

Fellmer viene da una famiglia agiata, e la sua è stata una scelta di vita, ispirata da un viaggio in Messico qualche anno fa, quasi per caso: era stato invitato al matrimonio di un amico, poi ha deciso di rimanere qualche tempo in più, finché glie lo consentivano i pochi soldi che aveva in tasca. Viaggi in autostop, passaggi in barca in cambio di un aiuto all'equipaggio, alloggi "di fortuna" in scuole, stazioni dei pompieri o anche furgoni, e alla fine Rafael è rimasto oltre un anno in Sudamerica: l'esperienza gli ha fatto realizzare che una vita "a costo zero" è possibile. L'unica interruzione a questo stile di vita c'è stata quando sua moglie è rimasta incinta, ed hanno dovuto prendere un aereo per tornare in Germania, paese natale dell'uomo.Tornato a casa, ha trovato un appartamento dove il proprietario ha accettato di essere pagato in piccoli lavoretti (manutenzioni e simili). Molto spesso il cibo lo prende dalla spazzatura dei supermercati, che spesso buttano via prodotti ancora buoni perché si avvicina la data di scadenza (secondo i dati delle Nazioni Unite, in Europa e Nord America tra il 30% ed il 50% del cibo finisce nella spazzatura, un terzo di questo senza neppure che la confezione sia stata aperta). Tecnicamente, il suo sarebbe un furto, ma i supermercati non hanno obiezioni, anzi in alcuni casi i dipendenti hanno avuto istruzioni di separare meglio il cibo potenzialmente ancora buono dalla spazzatura vera e propria.Quello della vita senza moneta è un movimento in crescita e la chiave, spiegano altri che hanno fatto questa scelta di vita, è accontentarsi: del resto, sottolineano, non ha senso lamentarsi che si fa fatica ad arrivare a fine mese quando però magari si ha la pay-tv, due o tre telefonini, e altre spese di questo tipo. Fellmer stesso boccia anche le proteste contro il sistema finanziario: non ha senso secondo lui manifestare contro le banche, ma piuttosto se ad uno non sta bene il sistema, dovrebbe semplicemente starne il più possibile al di fuori. (notiziedelmondo)